Apre il centro “La Birreria” di Napoli: l’ex-stabilimento è il nuovo luogo comune della città

Un importante progetto di riqualificazione urbana che ha visto pubblico e privato lavorare insieme per diversi anni

Alla presenza delle autorità locali, dei rappresentanti della società promotrice Belvedere Resort del Gruppo Cualbu e di Svicom, a cui è affidata la gestione, è stato ufficialmente presentato alla stampa e al pubblico il centro commerciale “La Birreria” di Napoli.

Il centro sorge in un immobile storico per il territorio, ex-sede della fabbrica “Birra Peroni”, il cui stile architettonico è stato d’ispirazione per la realizzazione del complesso commerciale, nel quartiere di Miano. Alle 16,30 l’apertura al pubblico con un omaggio a Pino Daniele, ricordato con un flash-mob in occasione del 40esimo anniversario del suo successo “Je so’ pazz”, che oltre trenta cantanti hanno intonato assieme a Vincenzo Danise al pianoforte.

L’evento di apertura porta a conclusione un progetto di rigenerazione urbana che il Gruppo Cualbu ha realizzato nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla Regione Campania “La tua Campania cresce in Europa” ed è stato realizzato con il cofinanziamento dell’Unione Europea.

L’obiettivo è stato quello di riqualificare quello che fu uno dei punti di riferimento economico e sociale del popoloso quartiere di Miano, nella parte nord del capoluogo campano, trasformandolo così nel simbolo del recupero urbano dell’intero quartiere. La catchment area del complesso, che occupa una superficie di 10 ettari, è davvero rilevante: 1 milione e 170 mila residenti, considerando i 20 minuti di percorrenza.

“Siamo orgogliosi di essere riusciti a portare a completamento questa prima importante fase di un progetto molto complesso quale è La Birreria: una sfida davvero stimolante, perché l’area in cui sorge è stata totalmente rigenerata, ed il beneficio di questa riqualificazione ricadrà non solo sul quartiere di Miano ma su tutto il vasto territorio cittadino”, ha affermato Alberto Deiana, project manager e real estate executive di Mi.No.Ter. SpA. del Gruppo Cualbu.

La galleria commerciale de La Birreria, composta da oltre 21mila metri quadrati di Gla, servita da un parcheggio di 1.300 posti auto ed impreziosita da un parco urbano di 7.000 mq, rappresenta quindi “un nuovo luogo comune” per la città, dove poter socializzare, trascorrere del tempo e usufruire di tutta una serie di nuovi servizi.

La ferma volontà di restituire un luogo storico al quartiere e di farlo diventare fin da subito parte di esso con espressioni artistiche locali è evidente nelle opere di Mister Pencil tattoo, lo street artist partenopeo che ha colorato alcuni degli spazi della galleria con i volti e i simboli della città partenopea.

Questi sono solo i primi interventi dei talenti napoletani che stanno dando vita al progetto denominato “LAB”_ Laboratorio Artistico la Birreria che ha come obiettivo principale trasformare La Birreria in un nuovo luogo comune, cioè un luogo per lo shopping, ma anche con un valore sociale per tutta la comunità.

La Birreria rappresenta per la città l’esempio di un luogo storico restituito finalmente al suo quartiere e ai suoi abitanti, nella sua forma migliore e più utile: arricchita di servizi e di un’offerta commerciale che lo renderanno al tempo stesso luogo di intrattenimento, socialità e shopping. – dichiara Alberto Albertazzi, Ceo di Svicom. “Con il Gruppo Cualbu abbiamo scelto come campagna di comunicazione del centro “Un nuovo luogo comune”, perché è quello che intendiamo offrire alla clientela del centro ed in generale agli abitanti di Napoli, un luogo dove stare insieme, divertirsi e dove ritrovarsi”.

2019-05-07T15:15:58+00:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Il sito usa cookies tecnici. Per ulteriori informazioni riguardanti l’uso di cookies, ed eventualmente negare il consenso a cookies specifici, puoi leggere la nostra informativa in calce. La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso o l’utilizzo dello “scroll” comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

Chiudi